Gocce

Vi avevo preannunciato qualcosa per lunedì. In effetti è successo oggi. E’ stato intenso e bello, anche se non ce lo aspettavamo proprio così. Voglio raccontarvi tutto dall’inizio e per bene. Sono cose che si incatenano una con l’altra, strade che si incrociano, intenti che convergono e non si sa mai se un pò a caso o per un disegno preciso.

Nel corso degli incontri di MadamaKnit ho conosciuto Mariagrazia che interessandosi a Cuore di Maglia mi ha messo in contatto con la onlus “io sto con il Regina Margherita” che si occupa dell’ospedale infantile di Torino. Grazie a Walter abbiamo conosciuto Rosalba che si dedica con professionalità e “amore” al coordinamento delle attività quotidiane di tre reparti e partecipa ed indirizza nel modo migliore le numerose attività di volontariato dedicate ai bambini. Prima di Natale avevamo inviato un po’ di lavori per presentare le nostre cose, oggi eravamo attese.

Stamattina io e Laura arriviamo quasi puntuali all’appuntamento con Rosalba. Aspettiamo nell’androne guardandoci intorno, è un’ospedale infantile e ci sono muri colorati, segni che i bambini possono decifrare come B di bisonte, C di Coccodrillo, una bellissima frase della regina Margherita di casa Savoia …
Mi sento contenta e a cuor leggero aspetto Rosalba. La vedo, saliamo nel suo ufficio e ci raccontiamo un pò di cose. Soprattutto ascoltiamo. Rosalba per spiegarci tutto vuole farci visitare i suoi reparti e consegnare insieme a noi questi piccoli segni di vicinanza per i bambini.

E’ stato diverso dal solito. Qui ci sono tantissimi bambini, tante situazioni, tante storie semplici o complicate, bimbi tra le braccia dei genitori, o coccolati dai volontari dell’ ABIO, ma comunque MAI da soli. E’ stato duro conoscere le loro storie. E’ stato commovente capire che per molti la famiglia è costituita dalle infermiere, dai dottori, dai volontari che sono presenti.
Rosalba è stata la nostra bussola e la nostra voce, perchè la voce proprio non ci usciva…

Non c’è limite alle cose che si possono fare. Questo pensiero mi stimola e mi sgomenta. Ma come? Facciamo riferimento a lei, a Rosalba, che mentre ci guida nei corridoi e ci spiega, coccola, dirige, corregge, consiglia, dispone … Con cadenza mensile consegneremo delle cose e ci incaricheremo di altre. Le idee sono tante e ve ne parleremo un pò alla volta.

Usciamo confuse. Abbiamo la sensazione di aver contribuito con poche gocce ad un mare di necessità. Quel poco che abbiamo portato è stato valutato per oro. E’ tutto il giorno che ci penso, che ho questa sensazione: siamo gocce, ognuno è una goccia.
Cristiana.
Annunci

2 pensieri su “Gocce

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...