Il Primo Legame.

E’ tutto pronto.
E’ un progetto ambizioso e bellissimo, nato dalla collaborazione con l’ostetrica Giusy Carolei, di Bergamo, da sempre promotrice della Care nelle Terapie Intensive Neonatali. 
E’ stato un incontro fortunato, il nostro.
La sua idea ha preso forma e colore attraverso le nostre mani ed ora, eccolo qua.

IL PRIMO LEGAME

Quando nasce un bambino pre-termine il progetto di attesa del figlio, piacevole e felice,  viene improvvisamente interrotto riportando la coppia e la famiglia ad una realtà di preoccupazione sulla salute e la sopravvivenza del piccolo. Il  senso di inadeguatezza della madre per non essere riuscita a portare a termine la gravidanza, la sensazione di impotenza nel vedere il proprio bimbo assistito da personale altamente tecnico con apparecchiature tecnologiche, inevitabilmente spaventano e rendono difficile il contatto fisico-emotivo-relazionale tra i genitori e i bambini.
In questi anni si parla sempre di più di CARE come di assistenza globale al bambino, comprendendo anche l’aspetto sensoriale di contenimento e di relazione,  perché anche da un punto di vista scientifico è ormai assodato come questo aspetto migliori considerevolmente la prognosi di prematurità e riduca quindi le complicazioni derivanti.

All’inizio la CARE era centrata esclusivamente sulla capacità dell’operatore sanitario di attuare alcune prassi e attenzioni che aiutassero il bimbo a sviluppare le proprie percezioni. Il piccino veniva tutelato da possibili fattori esterni che interferivano negativamente su di lui, quali allarmi, luci forti e rumori molesti.
Recentemente si cerca in ogni modo di rendere sempre più partecipi i genitori, riconoscendo e sostenendo le loro competenze genitoriali di contenimento e soprattutto di amore, ad esempio con la canguro-terapia.
Dalla competenza ed esperienza di ostetrica di Giusy Carolei in collaborazione con CUORE DI MAGLIA® nasce il progetto IL PRIMO LEGAME, che ha come obiettivo di facilitare la relazione infermiere-genitore, genitore-bambino con il fine di riconoscere il bambino come persona unica e amorevole.
IL PRIMO LEGAME consiste in un pacco dono che verrà consegnato al genitore, subito dopo la nascita del loro piccolino.
Il kit conterrà:

  • un sacco nanna
  • un body in cotone con bottoni automatici in plastica
  •  una cuffietta
  • 2 paia di scarpine
All’interno ci sarà una lettera di presentazione di Giusy Carolei con spiegazione del significato di cura di ogni indumento e una lettera di presentazione di Cuore di Maglia di sostegno da mamma a mamma.
Questo gesto di consegna da parte dell’infermiere professionale, assume un significato simbolico che permette al genitore di essere riconosciuto come insostituibile e messo anche nelle condizioni, nonostante l’ambiente tecnologico, di poter esprimere l’amore per il proprio cucciolo.

Perciò, coraggio.

E’ un grande, importante progetto che siamo chiamate a sviluppare insieme.
Ha un grande significato per Cuore di Maglia perchè sancisce l’importanza che hanno la nostra idea e il nostro lavoro.

Come si sviluppa?

Chi volesse aderire al progetto Il PRIMO LEGAME, può iniziare a confezionare un sacco nanna ( col buco in fondo !) e il kit scarpine e cuffietta coordinate, seguendo naturalmente le misure per bambini nati pretermine. Ricordo l’unità di misura Mezzo Pavesino per le scarpine e la misura Mela/Pompelmo per la cuffietta.
Il MiniBodyBù in tessuto  verrà aggiunto da noi, in sede di assemblamento dei kit prima di imbustarli e spedirli.
Così, al lavoro.
Nel tempo che decidiamo di dedicare a Cuore di Maglia, con IL PRIMO LEGAME si diventa anche un pò stiliste. 
Di che colore sarà il vostro kit?
Annunci

4 pensieri su “Il Primo Legame.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...